Fonendoscopio

lunedì 14 marzo 2011

PRIMO (e non ultimo) POST!

Ciao a tutti carissimi lettori (a messo e  concesso che qualcuno leggerà mai questo post)! Ho scelto un titolo per il blog che si commenta da solo e penso sia inutile aggiungere altro! xD 
Devo dire che oggi mi è finalmente venuto lo spunto per scrivere qualcosa di sensato su questo mio spazio! Per la prima volta mi sono recato all'ossario e ho preso in prestito un cranio umano! Fa uno strano effetto toccare con mano un osso del nostro corpo; fa uno strano effetto cercare di individuare come i più fini "anatomopatologi" uno sfondamento della lamina papiracea; fa uno strano effetto studiare sui libri e toccare con mano l'oggetto del nostro studio... La cosa che più mi ha "fatto effetto" è stato pensare al padrone di quel cranio, a che lavoro faceva, quanti anni fa è vissuto e quanti anni fa è morto, come mai ha deciso (ammesso che lo abbia fatto!) di donare i propri resti alle mani di generazioni e generazioni di futuri (speriamo) medici! Forse poteva essere affetto da una malattia incurabile e voleva che attraverso lo studio qualche medico potesse trovare la cura per quella malattia!? O forse non aveva una famiglia che potesse piangere sulla sua lapide in un grigio cimitero di città!? Chi può saperlo!? So solo che quella persona, maschio o femmina che sia stato, luminare della scienza o clochard di una stazione dimenticata mi ha regalato delle sensazioni molto intense e altrettanto difficili da descrivere!
 Ancora più strano e divertente è stato chiamare a distanza di 15 minuti la mia mamma e la mia ragazza... 
<<Ciao Amore, oggi sono stato all'ossario?>> 
<< Allo stadio?>>
E in seguito
<< Ciao Mamma, oggi sono stato all'ossario?>>
<< O cosa ci sei andato a fare allo stadio?>>
Vabbè...lasciamole perdere le donne...facciamo finta che ho scandito male le parole! 
Via l'istologia mi sta chiamando a gran voce... il Rosati sta diventando per me una sorta di nemesi, un alter-ego di 600 pagine! Ciao Lettori alla prossima! 




P.S: commenti graditi!







6 commenti:

  1. Come hai fatto a tornare in treno con il cranio???

    RispondiElimina
  2. E' una storia lunga... (non ti fanno uscire con le ossa dal dipartimento di anatomia!)

    RispondiElimina
  3. Ah, davvero? Anche io credevo si potessero portare via! In effetti però, ripensandoci, farebbe strano tornare a casa con un vero cranio, metterlo sulla scrivania insieme a tutte le altre cose, e cominciare a studiare anatomia e istologia mentre quello ti "guarda"!! XD

    RispondiElimina
  4. Sarebbe un bel soprammobile!

    RispondiElimina
  5. E' vero..avevo capito..lo stadio, ma il fonendoscopio ad usarlo troppo..fa diventare sordi.
    Sonia

    RispondiElimina
  6. no che gioia...anche io quando lo dico TUTTI capiscono STADIO. Ma tutti eh.

    RispondiElimina